Polizia di Stato

Vercelli, sventata occupazione abusiva

Proprietaria di una cascina in corso Bormida chiama il «113». Quattro stranieri denunciati all'autorità giudiziaria.

Foto di repertorio di un agente della Polizia di Stato
Foto di repertorio di un agente della Polizia di Stato ()

VERCELLI - Sabato della scorsa settimana, agenti della Polizia di Stato di Vercelli ha sventato l’occupazione di un cascinale da parte di alcuni rumeni senza fissa dimora. La segnalazione tempestiva effettuata alla Centrale operativa della Questura da parte della proprietaria del cascinale ha portato gli operatori della locale squadra volante subito in corso Bormida. Qui la donna segnalava la presenza di un gruppo di quattro persone all’interno del terrazzo del suo cascinale. I soggetti, una volta scoperti, sono stati richiamati dal proprietario e l’intervento tempestivo degli operatori ha permesso di sventare l’occupazione, ad uso abitativo. Gli agenti, tra l’altro, hanno constatato lo stato pericolante dell’edificio, nonché la presenza di materassi, vestiario ed altri effetti personali che gli occupanti avevano già posizionato all’interno.

QUATTRO I DENUNCIATI - Inoltre, li uomini in divisa hanno riscontrato che i quattro rumeni si erano introdotti danneggiando una ringhiera, utilizzandola poi come scala. Il tempestivo intervento degli operatori ha quindi scongiurato un possibile danno all’integrità fisica degli stessi occupanti, considerato il cattivo stato dell’edificio ed in secondo luogo, ha evitato la realizzazione ed il protrarsi di una occupazione abusiva con inevitabile disagio rispetto ai diritti del legittimo proprietario. I quattro sono stati denunciati all'autorità giudiziaria.