Ambiente e senso civico

Vercelli, guerra ai mozziconi di sigarette

Il Comune distribuirą 500 portacenere per disincentivare le cattive abitudini in strada. Alla campagna aderiscono anche Ascom e Confesercenti che distribuiranno lo stesso gadget in 150 copie tra associati, pubblici esercizi e commercianti.

Mozziconi in strada... Le cattive abitudini sono dure a morire
Mozziconi in strada... Le cattive abitudini sono dure a morire ()

VERCELLI - Le cattive abitudini sono dure a morire, le buone pratiche vanno insegnate spesso partendo dai fondamentali. Un esempio arriva proprio dai mozziconi di sigaretta. Non andrebbero gettati a terra, perché è di cattivo gusto, perché sporcano e soprattutto – e questo spesso si ignora – perché sono nocivi e fortemente inquinanti. Il Comune lo sa, e mette in atto una campagna a tappeto per disincentivare questa cattiva abitudine. Si parte con cinque nuovi cestini per i mozziconi posizionati in centro città, da piazza Cacour a corso Libertà, che non risolveranno il problema delle sigarette abbandonate a terra, ma faranno da apripista per l'abitudine utile e civile di conferire i mozziconi nell'indifferenziata. A ruota l'ufficio comunicazione con il pubblico promette la distribuzione gratuita di 500 portacenere con il logo del comune, pratici e portatili, che permetteranno ai fumatori di ovviare all'eventuale mancanza di cestini.

Alla campagna aderiscono anche Ascom e Confesercenti che distribuiranno lo stesso gadget in 150 copie tra associati, pubblici esercizi e commercianti, così da creare una rete di promozione positiva della buona pratica. In tutto rientra nella politica di rifiuti ambientale abbracciata dall'amministrazione del sindaco Maura Forte, che ha già dato il via a controlli e multe in tema di abbandono dei rifiuti e mancata raccolta delle deiezioni canine. Di prossima realizzazione un convegno in collaborazione con il comune di Capannori in provincia di Lucca, attivo nella promozione della strategia "Rifiuti Zero" già applicata da 213 comuni italiani, che ha come obiettivo l'azzeramento dei rifiuti, un passo più in là di riciclaggio e differenziata alla ricerca di una sostenibilità che permetta la corretta crescita futura del pianeta. In provincia di Vercelli aderiscono già i vicini comuni di Santhià, Crova, Crescentino, San Germano e Tronzano.