Calcio | Serie B

Pro Vercelli: a Frosinone per riprendere il sogno playoff

Dopo lo stop contro il Cittadella, i piemontesi affrontano la sfida in casa di una diretta rivale per gli spareggi promozione.

VERCELLI - La sconfitta casalinga di sabato scorso contro il Cittadella ha privato la Pro Vercelli di alcune di quelle certezze costruite nel corso di un campionato, soprattutto la costanza di rendimento al Piola dove gli uomini di Scazzola (a parte rare eccezioni, vedi la debacle col Pescara) l’hanno sempre fatta da padroni. L’assenza di Marchi si è rivelata più determinante del previsto e gli attaccanti schierati dal tecnico non hanno avuto la stessa forza d’urto del centravanti di Gubbio. Marchi, però, sarà assente anche sabato a Frosinone, una sfida che la Pro Vercelli deve assolutamente provare a vincere per restare attaccata al treno che porta agli spareggi promozione, avvicinando proprio i Ciociari di Stellone che con 38 punti occupano la sesta posizione della classifica e con 5 lunghezze di vantaggio sui vercellesi. Perdere al Matusa vorrebbe dire veder scappar via le prime cinque o sei della graduatoria vedendo assottigliarsi e ridursi i posti playoff da conquistare.

ATTACCO STERILE - La sterilità dell’attacco della Pro Vercelli è un problema evidente, mascherato dalle 13 reti di Ettore Marchi e venuto a galla con l’assenza del numero 9. Le soluzioni proposte da Scazzola non hanno avuto gli esiti sperati, sia per l’atteggiamento tattico della squadra, apparsa confusionaria e con poche idee, sia per le caratteristiche degli uomini di prima linea mandati in campo dal tecnico: Di Roberto ha doti da fantasista, di rifinitura, ricorda molto Alessandro Diamanti; Luppi nonostante la valanga di gol dello scorso anno in serie D, fa fatica ad inquadrare la porta, sabato si è smarcato bene ma è mancato nel colpo risolutore; Beretta, infine, è il più simile a Marchi come movimenti e ruolo, ma non riesce a dare la stessa profondità del cannoniere titolare e non ha la sua stessa incisività sotto porta. Va detto, inoltre, che il terzino Germano, uomo di spinta fondamentale nella cavalcata promozione dell’anno scorso e nell’ottimo inizio di stagione in serie B della Pro Vercelli, è appena rientrato dopo un brutto infortunio al piede che lo ha tenuto lontano dai campi per oltre un mese, lasciando la squadra senza i suoi preziosi rifornimenti dalle fasce.

SQUALIFICHE - La nervosa partita contro il Cittadella, poi, si è trascinata dietro l’espulsione di capitan Scaglia che è stato squalificato per un turno e salterà, alla pari di Marchi, la gara di Frosinone, togliendo alla Pro Vercelli dinamismo e carattere dell’esperto centrocampista. Per l’allenatore Scazzola, invece, solo ammonizione ed ammenda, ma niente squalifica, per essere stato allontanato dal campo dopo aver gettato una bottiglietta nel rettangolo di gioco.