Funerla al San Salvatore

Vercelli piange Cesare Randazzo

Il giovane da alcuni anni soffriva di una grave malattia. La lotta contro il male. Il dolore dei familiari e degli amici.

Cesare Randazzo (il ragazzo di destra) aveva 23 anni
Cesare Randazzo (il ragazzo di destra) aveva 23 anni ()

VERCELLI - È morto giovedì pomeriggio della scorsa settimana, a 23 anni, per una complicazione dovuta ad una grave malattia che l’aveva colpito da alcuni anni. Vercelli piange così, Cesare Randazzo. Il ragazzo aveva frequentato l’istituto «Cavour» e poi si era iscritto alla facoltà universitaria di Economia e Commercio. Dopo i primi due anni di frequenza di corsi e lezioni, il suo percorso di studi era stato interrotto per un faringioma cerebrale. Era stato operato a Milano; un intervento medico andato bene, al quale, però, è seguita una serie di complicanze che ne hanno minato il fisico. Negli ultimi tempi Cesare aveva dovuto sottoporsi a diversi ricoveri ospedalieri al Sant'Andrea, durante i quali i famigliari e gli amici non l’hanno mai lasciato solo nella sua disperata e tenace lotta per la vita. I funerali si sono svolti sabato mattina, al San Salvatore: una chiesa gremita di amici che hanno voluto dare al ragazzo l’ultimo saluto. Cesare Randazzo lascia la mamma Filippa, il papà Antonio, la sorella Martina e la nonna Giuseppina.