Valsesia

Ragazza disabile picchiata a scuola

I fatti sono di un mese fa, al «Pastore» di Varallo. Denunciati tre sedicenni. Indagine anche del Ministero dell'Istruzione.

Immagine di repertorio sul fenomeno del «bullismo»
Immagine di repertorio sul fenomeno del «bullismo» ()

VARALLO - In tre la ricoprono di botte e di sputi. Lei, una ragazzina marocchina disabile, urla e piange. L’insegnante si accorge di quanto stanno facendo i ragazzi ma si allontana come se nulla fosse. Il video ripreso con il telefonino da una quarta ragazza della scuola racconta solo 24 secondi delle scene terribili avvenute all'interno dell’istituto alberghiero «Giulio Pastore» . A ricostruire nella sua interezza quanto avvenuto ci pensano per i carabinieri e magistratura, che hanno denunciato tre giovani (una è quella che ha ripreso la scena) tutti di 16 anni e residenti in Comuni della Valsesia.

INDAGA ANCHE IL MINISTERO - Il filmato sarebbe stato realizzato circa un mese fa e ha iniziato a girare prima su «Whatsapp» e poi su «Facebook», aggiungendosi alla lunga galleria degli orrori che girano sulla rete per fatti legati a bullismo. In questa circostanza, però, c'è l’aggravante del comportamento di un’insegnante che non interviene come dovrebbe o chiede l'intervento di altri colleghi o personale scolastico. Anche il ministro della Pubblica Istruzione Stefania Giannini è intervenuta avviando un’indagine interna sull’accaduto.