Polizia di Stato

Vercelli, presi due spacciatori

Controlli alla stazione ferroviaria. Gli agenti bloccano due stranieri, regolari sul territorio nazionale. Sequestrati 35 grammi di droga.

Piante di cannabis
Piante di cannabis ()

VERCELLI - Nell’ambito di una serie di servizi di carattere preventivo e repressivo, intensificati nelle ore serali nella stazione ferroviaria, mercoledì scorso, agenti della polizia hanno portato a termine un'operazione che ha permesso di rintracciare e denunciare in stato di libertà due giovani, perché in concorso tra loro, detenevano illecitamente ai fini di spaccio, 35 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana. I due giovani, un cittadino ecuadoregno di 20 anni ed un cittadino bosniaco di 21, entrambi residenti a Vercelli, sono stati rintracciati all’interno dagli agenti della Polfer, dopo essere scesi da un treno regionale, proveniente da Milano, nascondendosi tra numerosi pendolari.

IL PUNTO - I due giovani stranieri, regolari sul territorio nazionale, gravati da alcuni precedenti di polizia per minaccia/violenza/lesioni/oltraggio a pubblico ufficiale, accompagnati presso gli uffici della Polfer, dopo aver intuito che sarebbero stati sottoposti ad un minuzioso controllo, su richiesta degli agenti, hanno tirato fuori dalla biancheria intima un involucro, contenente la droga. Gli uomini in divisa non escludendo che il comportamento dei due soggetti fosse mirato ad eludere un maggiore controllo, procedevano, inoltre, alle perquisizioni delle abitazioni dei due giovani, senza però rinvenire altro stupefacente o materiale per l’utilizzo del confezionamento. Al termine dell’attività, i due involucri, contenenti marijuana, sono stati sequestrati ed i due giovani stranieri deferiti alla competente autorità giudiziaria.