16 agosto 2017
Aggiornato 15:00
Trasporti

Importanza dei trasporti ferroviari nel Vercellese

Un dibattito qualificato per proporre un modello integrato di trasporto pubblico nel territorio pedemontano novarese e vercellese

Stazione ferroviaria di Santhià (© )

VERCELLI - Le tratte ferroviarie Santhià-Arona e Novara-Varallo hanno importanza strategica nel quadro dei trasporti del Piemonte orientale. La prima è la via più veloce da Torino alla Svizzera e centrale per cinque nodi ferroviari. La seconda è un'infrastruttura fondamentale per il traffico passeggeri e merci in Valsesia e linea a servizio del sito UNESCO del Sacro Monte di Varallo Sesia. Da questo presupposto l'AFP (Associazione Ferrovie Piemontesi) ha intenzione di avviare un dibattito qualificato per proporre un modello integrato di trasporto pubblico nel territorio pedemontano novarese e vercellese. In questo contesto i differenti sistemi dovrebbero operare in sinergia tra di loro e gli assi ferroviari esercitare un ruolo strutturale nella rete dei collegamenti.

CONVEGNO - Per questo motivo l'AFP, che da tempo è impegnata nella valorizzazione della rete ferroviaria piemontese, e il Comitato Treno Alpi Liguri hanno organizzato il convegno «I treni del Monte Rosa» sabato 13 giugno (alle 9,30). L'incontro si svolgerà nella sala consiliare del Comune di Romagnano Sesia (No) e, nel corso della riunione sarà sviluppata la tematica da un gruppo di relatori moderati da Stefano Aietti. Gli interventi saranno quattro, a cominciare sulla situazione attuale e tendenze future su «Inquadramento ed evoluzione del servizio ferroviario passeggeri» a cura di Ferdinando Stanta del Consorzio Poliedra. Stefano Sibilla, del Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani, invece, esporrà proposte per lo sviluppo di una tipologia di trasporto non pienamente sfruttata sul tema «Inquadramento ed evoluzione del servizio merci». Proposte di programmazione del servizio con uno sguardo al futuro prossimo saranno oggetto dell'intervento di Angelo Marinoni, socio CIFI di Milano, e vicepresidente di AFP con «Un nuovo modello di esercizio ferroviario». L'ultima relazione sarà «Integrazione tra treno ed autobus» a opera di Alessandro Marcon, che focalizzerà la situazione attuale e le prospettive di un processo integrativo considerato indifferibile. Seguirà un dibattito pubblico, con interventi di Federico Valetti, vicepresidente della commissione Trasporti del Consiglio Regionale del Piemonte, e di Domenico Rossi, consigliere regionale del Partito Democratico. Francesco Balocco, assessore ai Trasporti della Regione Piemonte, chiuderà il convegno. La partecipazione è libera e aperta a tutti.