Cisas

Contributi per pagare le bollette dell'acqua nel Vercellese

Le contribuzioni saranno detratte direttamente dagli enti gestori del servizio idrico. Coinvolti 16 Comuni

Contributi per le bollette dell'acqua
Contributi per le bollette dell'acqua ()

VERCELLI - Un contributo economico per il pagamento delle bollette dell'acqua. È quanto prevede il bando emesso dal Cisas (Consorzio intercomunale per i servizi di assistenza sociale) rivolto ai residenti dei Comuni consorziati. A beneficiare del contributo potranno essere gli utenti in condizioni disagiate che ne facciano richiesta o individuati dal Cisas secondo i criteri di ammissibilità previsti dal regolamento di assistenza economica.

EROGAZIONE - Il contributo andrà a ridurre l'ammontare che gli utenti titolari di contratto a uso domestico devono pagare al gestore idrico, per un massimo di 100 euro, salvo casi particolari. Potrà anche essere utilizzato per coprire il pagamento di bollette per le quali è già stata avviata la messa in mora o, ancora, le spese per chiusura o riattivazione di utenza morosa. I nominativi degli aventi diritto verranno trasmessi all'autorità d'ambito che, a sua volta, provvederà a contattare gli enti gestori del servizio idrico. Questi andranno poi a scalare gli importi corrisposti direttamente dalle bollette degli utenti.

DOMANDE - Le richieste di contributo, insieme all'ultimo modello Isee, dovranno essere presentate agli sportelli informativi del Cisas, attivi nei Comuni di Alice Castello, Bianzè, Borgo d'Ale, Buronzo, Caresana, Carisio, Cigliano, Livorno Ferraris, Moncrivello, Motta de' Conti, Pertengo, Pezzana, San Germano Vercellese, Santhià (direttamente nella sede in via Dante 10), Stroppiana e Viverone, entro il 31 agosto. Alle domande dovrà essere allegata la copia della bolletta di marzo 2015 (relativa ai consumi del secondo semestre 2014). Alla scadenza del 29 febbraio 2016, invece, dovrà essere consegnata la bolletta di settembre (o di ottobre) di quest'anno, relativa ai consumi del primo semestre 2015. La presentazione della domanda di agevolazione al Cisas e la sussistenza dei requisiti per l'assegnazione non costituiscono garanzia per il conferimento del contributo, in quanto sarà assegnato fino a esaurimento della disponibilità di fondi.