21 settembre 2017
Aggiornato 23:00
Stupefacenti

Coltiva piante di cannabis a Santhią

I carabinieri della stazione di Santhią scoprono una coltivazione di canapa indiana in un appezzamento di terreno. Altre piante rinvenute in casa

Coltivazione di marijuana (© )

SANTHIÀ - Si dedicava al giardinaggio, ma coltivava piante di cannabis. Per questo motivo i carabinieri della stazione di Santhià hanno denunciato in stato di libertà P. L., un pregiudicato residente a San Germano Vercellese. I militari hanno ritenuto il cinquantacinquenne responsabile di produzione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, oltre che di materiali e attrezzature utilizzabili per la loro lavorazione. L'operazione è il risultato di un'attività mirata alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Coltivazione di una ventina di piante di cannabis
A insospettire i carabinieri di Santhià è stato il continuo andirivieni dell'uomo verso un appezzamento di terra da lui curato. Nella serata di martedì 7 luglio hanno deciso di controllare il fondo agricolo mentre l'uomo era intento all'irrigazione. Hanno così scoperto una coltivazione di circa una ventina di piante di cannabis e, visto il crescente nervosismo dell'uomo, i militari hanno esteso il controllo alla sua abitazione. La perquisizione ha permesso di rinvenire circa 10 grammi di marijuana e 250 semi di canapa indiana che erano stati ben nascosti. In un'altra camera era stata creata una piccola serra dove coltivava altre 3 piantine di cannabis. La sostanza stupefacente, una volta venduta al dettaglio, avrebbe potuto fruttare al sangermanese qualche migliaia di euro. Tutto il materiale e gli stupefacenti sono stati posti sotto sequestro.