Pubblica sicurezza

Cerca di entrare a forza in una casa di Stroppiana

Un uomo tenta di sfondare la porta dell'abitazione in cui c'erano una coppia di ignari e spaventati anziani stroppianesi.

Voleva entrare in una casa con la forza
Voleva entrare in una casa con la forza ()

STROPPIANA - Voleva entrare all'interno di un'abitazione, abitata da una coppia di persone, a colpi di spallate, pugni e calci. È accaduto a Stroppiana nella tarda serata di domenica 19 luglio. Alcuni cittadini del comune vercellese hanno segnalato ai carabinieri che un uomo, in forte stato di agitazione e senza nessun motivo apparente, con la forza cercava di entrare un'abitazione del paese. All'interno vi era una tranquilla coppia di anziani signori, spaventati e ignari dell'identità dell'uomo che con tanta violenza pretendeva di entrare in casa loro. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Ronsecco e di Borgo Vercelli e hanno trovato G. G., un trentenne pregiudicato di Vercelli, in evidente stato di ebrezza alcolica.

Carabinieri aggrediti a calci e pugni
Dopo aver tentato di accedere alla casa dei due stroppianesi, alla vista dei militari si è allontanato rapidamente, ma è stato raggiunto e fermato per il controllo di rito. Alla richiesta dei militari di fornire le proprie generalità, l'uomo ha iniziato a dare in escandescenze, prima minacciando e offendendo i militari e subito dopo scagliandosi contro di loro. I carabinieri sono stati aggrediti a calci e pugni e ha anche tentato di spruzzare contro di loro il contenuto di una bomboletta spray, ma è stato immobilizzato sebbene con difficoltà. L'energumeno è stato quindi accompagnato prima al Pronto Soccorso di Vercelli per i controlli sanitari e, successivamente, in caserma, dove è stato arrestato e trasferito alla casa circondariale. Le accusa contro di lui sono state di ubriachezza, danneggiamento, minacce e ingiurie a pubblico ufficiale, lesioni e resistenza.