Salute

Falsi dentisti denunciati a Vercelli

La Guardia di Finanza individua uno studio in cui i dentisti sono sprovvisti dei necessari titoli accademici e dell'adeguata preparazione professionale

Studio dentistico
Studio dentistico ()

VERCELLI - Esercizio abusivo della professione medica, lesioni personali e somministrazione di medicinali guasti. Sono queste le contestazioni a carico di due falsi dentisti denunciati alla Procura della Repubblica a opera della Guardia di Finanza di Vercelli. L'indagine dei finanzieri è partita dall'esposto presentato all'autorità giudiziaria da un paziente. Questi, a seguito dell'inappropriata installazione di impianti all'interno del cavo orale da parte dei due presunti medici, aveva sofferto di infiammazioni e lesioni. La conseguenza è stata la perdita di numerosi denti e la generale compromissione dell'apparato masticatorio. All'apparenza, quello incriminato sembrava un regolare studio odontoiatrico con tanto di targa all'ingresso, reception e sala d'attesa. C'erano anche tutti i macchinari necessari per svolgere la professione sanitaria. A mancare, però, sarebbero stati proprio i dentisti. Questo è quanto rilevato i militari della Guardia di Finanza di Vercelli che, al momento dell'accesso presso uno studio odontoiatrico cittadino, avrebbero sorpreso uno dei due falsi dentisti intenti ad esercitare abusivamente la professione medica.

INDAGINE - Gli accertamenti sono stati condotti anche mediante l'uso di telecamere occultate sulla pubblica via. Dalle riprese è stato possibile monitorare e individuare la numerosa clientela a cui venivano erogate le prestazioni abusive. Lo studio funzionava a ritmi serrati, compreso il sabato, era di proprietà di uno dei falsi dentisti che si avvaleva anche della collaborazione di un odontotecnico, anch'egli denunciato. I Finanzieri hanno accertato che i clienti erano tutti ignari del fatto che i dentisti fossero sprovvisti dei necessari titoli accademici e dell'adeguata preparazione professionale. A completare il quadro accusatorio, anche grazie alla collaborazione dello Spresal dell'Asl di Vercelli, è stato possibile accertare come presso i locali dello studio odontoiatrico fossero somministrati medicinali scaduti. I due falsi dentisti sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Vercelli, con l'accusa di esercizio abusivo della professione medica, lesioni personali e somministrazione di medicinali guasti. Lo studio odontoiatrico è stato sequestrato e con esso le attrezzature mediche per un valore di oltre 126 mila euro.