21 settembre 2017
Aggiornato 23:00
Agricoltura

L'agricoltura del Vercellese in crisi d'acqua

Il Consorzio di Bonifica della Baraggia Biellese e Vercellese ha dovuto rimodulare la distribuzione di acqua per le coltivazioni agricole

Scarsitą di acqua per l'irrigazione (© )

VERCELLI - Interrotta l'irrigazione delle zone coltivate a mais e altre colture in asciutta per salvare i risi. Lo ha comunicato il Consorzio di Bonifica della Baraggia Biellese e Vercellese ai sindaci dei Comuni del comprensorio di riferimento. La necessità di rimodulare la distribuzione di acqua per le coltivazioni agricole è legata alla riduzione delle fonti di approvvigionamento, che ha raggiunto il 62,46%. Tutto ciò sarebbe dovuto principalmente all'assenza di precipitazioni e nonostante la collaborazione temporanea di altri consorzi irrigui, anch'essi in difficoltà per le stesse ragioni.

La situazione starebbe peggiorando
Da quanto rilevato dal Consorzio della Baraggia la situazione starebbe peggiorando in modo sensibile e, per alcune zone più svantaggiate, non sarebbe nemmeno più recuperabile. I Comuni del Vercellese interessati dal provvedimento sono Albano Vercellese, Arborio, Balocco, Buronzo, Carisio, Casanova Elvo, Collobiano, Formigliana, Gattinara, Ghislarengo, Greggio, Lenta, Lozzolo, Oldenico, Roasio, Rovasenda, San Giacomo Vercellese, Santhià e Villarboit.