Cronaca

Spacciatore finisce in carcere

I carabinieri hanno arrestato ieri M.C., 28enne marocchino pregiudicato residente a Quarona. Obbligo di firma per un suo connazionale, Y.C. 29 anni. Indagate altre 13 persone e segnalati in 30 quali assuntori di sostanze stupefacenti

Carabinieri
Carabinieri ()

QUARONA – I carabinieri hanno arrestato ieri M.C., 28enne marocchino residente a Quarona, per spaccio e lo hanno tradotto nel carcere di Biliemme.

I militari hanno eseguito l'ordinanza emessa dal Tribunale di Vercelli al termine di una lunga indagine denominata «Serpente», partita il giugno scorso a seguito di un arresto in flagranza, dopo un episodio di cessione di stupefacenti. Nei guai anche Y.C. 29enne, cittadino marocchino residente sempre a Quarona, anche lui noto alle forze dell'ordine, sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Secondo gli inquirenti l'arrestato avrebbe in più occasioni comprato e rivenduto diverse droghe, cocaina e hashish nelle province di Vercelli e Novara e per consegnare la merce o trovare nuovi acquirenti si sarebbe avvalso di altri complici. Gli uomini dell'Arma sono risaliti all'identità di altre 13 persone residenti nel Vercellese, segnalate alla Procura come fiancheggiatori. Inoltre sono state segnalate alla Prefettura altre 30 persone, quali assuntori di sostanze stupefacenti.

Durante le perquisizioni sono stati sequestrati 100 grammi tra cocaina ed hashish; telefoni cellulari; bilance di precisione, coltelli e taglierini utilizzati per la preparazione delle dosi da spacciare.