22 agosto 2017
Aggiornato 07:00
Trasporti

Vercelli, sindaco contro Trenitalia

«Il Freccia Bianca non si ferma». Maura Forte: «La vicenda non finisci qui. Vogliamo spiegazioni, non scuse»

Il sindaco di Vercelli, Maura Forte (© )

VERCELLI - Ieri mattina, il «Freccia Bianca» delle ore 6,57, proveniente da Torino e diretto a Milano, ha saltato la stazione di Vercelli non effettuando la fermata prevista e regolarmente annunciata e segnalata in stazione. Il treno in questione viene utilizzato da numerosi pendolari per raggiungere il luogo di lavoro. Il disagio e i problemi per i pendolari e i viaggiatori è stato notevole e l’errore – qualsiasi ne sia stata la causa – non può passare sotto silenzio. Più di una volta sono stati segnalati disservizi proprio sui convogli «Freccia Bianca» e recentemente si è tenuta una riunione con il Comitato Pendolari e l’assessore regionale Balocco per avere chiarimenti sulle problematiche e sull’eventuale spostamento dei Freccia Bianca sulla linea alta velocità, ricevendo rassicuranti dichiarazioni. Il Comune si mette ora a disposizione del Comitato Pendolari per coordinare la class action nei confronti di Trenitalia.

Parla il sindaco
«Mi sono messa in contatto con il Comitato Pendolari – sottolinea il sindaco Maura Forte - e ci vedremo a breve. E’ stata una grave inadempienza di Trenitalia: la vicenda era ieri su tutte le prime pagine web dei quotidiani nazionali. Oltretutto, nonostante l’interessamento dei consiglieri regionali Corgnati e Molinari, sembra che le Ferrovie non rimborseranno il biglietto ai pendolari abbonati, che ovviamente sono arrivati in ritardo al lavoro, ma solo a chi aveva acquistato il biglietto normale. Le strutture comunali sono a disposizione per il coordinamento di un’azione collettiva da parte di chi è stato danneggiato. Sicuramente la vicenda non finisce qui e non ci accontentiamo delle scuse di Trenitalia».