Cronaca

Aspetta il treno a Santhià ma lo rapinano: è il secondo caso

Arrestati dai carabinieri 4 giovani stranieri il 23 gennaio scorso hanno derubato un 19enne biellese alla stazione ferroviaria nel Vercellese. Nei giorni scorsi la Polfer aveva denunciato un minorenne per fatti analoghi

Carabinieri
Carabinieri ()

SANTHIA' – Arrestati dai carabinieri quattro giovani stranieri per rapina: il 23 gennaio scorso hanno derubato un 19enne biellese alla stazione ferroviaria di Santhià. Nei giorni scorsi la polizia Ferroviaria del paese fra Biellese e Vercellese aveva denunciato un minorenne per fatti analoghi.

I militari hanno stretto le manette ai polsi di S.N. e S.G., 19enni marocchini, R.G., coetaneo albanese, e un minorenne nord africano, tutti residenti in provincia di Cuneo e gravati da pregiudizi penali per reati contro il patrimonio. Secondo il racconto della vittima, i quattro, più un altro che è riuscito a non farsi prendere, hanno accerchiato il giovane per poi minacciarlo e farsi consegnare un orologio, lo smartphone e pochi euro in contanti. Una volta fuggiti il ragazzo derubato è riuscito a chiamare i carabinieri, che dopo brevi indagini hanno fermato il gruppetto. All'arrivo degli uomini dell'Arma i 4 hanno tentato di disfarsi della refurtiva gettandola fra i binari ma ormai il cerchio si era chiuso.

La refurtiva, dal valore di circa 600 euro, è stata riconsegnata al legittimo proprietario, i tre maggiorenni sono stati ristretti nella casa Circondariale di Biliemme mentre il minore al Ferrante Aporti di Torino.