22 agosto 2017
Aggiornato 07:00
Politica e sicurezza

«Esercito per difendere i cittadini». Ora lo chiede anche Simonetti

Dopo l'appello di diversi amministratori del Vercellese, il deputato biellese scrive un'interrogazione al Ministro dell'Interno, Angelino Alfano.

Roberto Simonetti, Deputato della Lega Nord (© )

VERCELLI - Il problema dei furti in casa e della sicurezza nei paesi e nelle frazioni del Vercellese e del Biellese i cui abitanti, da tempo, sono vittime di furti, raggiri e truffe è all'attenzione del Governo, grazie al parlamentare biellese della Lega Nord, Roberto Simonetti, che ha presentato un'interrogazione al Ministro dell'Interno per chiedere interventi a tutela della sicurezza dei residenti.

Il documento
«Il Vercellese e il basso Biellese - scrive Simonetti - sono interessati da un significativo incremento quantitativo e qualitativo delle attività criminali; proliferano, in particolare, furti e rapine, che talvolta sfociano anche in aggressioni fisiche, com’è successo a un pensionato di Costanzana, preso recentemente a sprangate mentre rientrava per cena a casa. L’apprezzamento per quanto fanno le forze dell’ordine presenti sul territorio è unanime come lo è tuttavia anche la consapevolezza dell’inadeguatezza degli organici e dei mezzi di cui dispongono». E ancora, sulle petizione di sindaci e amministratori della zona che chiedono un intervento di sicurezza concreto: «Sindaci e assessori firmatari della richiesta rappresentano 27 mila abitanti del Vercellese e chiedono interventi correttivi da parte dello Stato, in particolare sotto forma di ricorso allo schieramento di unità dell’esercito in funzione anti-crimine e rassicurazione delle popolazioni».