16 agosto 2017
Aggiornato 15:00
Vercelli

Cristina Carenzo non confessa, ma resta dietro le sbarre

Niente arresto, ma custodia cautelare per la donna accusata di aver ucciso la madre. Sta collaborando con i magistrati

VERCELLI - Niente arresto, ma custodia cautelare in carcere. Cristina Carenzo, la donna di 50 anni accusata di aver ucciso la madre, nei giorni scorsi, si trova ancora dietro le sbarre del penitenziario cittadino. Il gip Giulia Pravon non ha convalidato l'arresto ma alla luce di un quadro psichico di forte squilibrio, disposto la misura di controllo. La figlia della donna non avrebbe confessato l'omicidio della madre, ma comunque collaborato con le autorità giudiziarie per arrivare alla verità. Alla base di tutto pare evidente una complessa convivenza di madre e figlia nella casa del rione Canadà, fatta di molti litigi e tensioni quotidiane.