Cronaca

Condannato per le violenze agli anziani si impicca nel giardino di casa

Educatore polacco che aveva preso 4 anni e 6 mesi dal Tribunale di Vercelli, s'è tolto la vita questa mattina. I fatti erano quelli legati a La Consolata di Borgo D'Ale

BORGO D'ALE - Wlodzimier Wieslaw Winkler si è tolto la vita questa mattina, impiccandosi ad un albero del giardino della sua abitazione, a Cigliano. L'uomo era stato uno degli educatori della casa di riposo La Consolata di Borgo D'Ale, condannato per le violenze inflitte a disabili e ad anziani. L'uomo era di nazionalità polacca e fu tra quelli arrestati dalla Polizia di Stato, intervenuti nella struttura su segnalazione di un parente degli ospiti. Il fatto aveva destato l'attenzione anche dei media nazionali, tra telegiornali e trasmissioni di approfondimento. Circa un mese fa, dopo aver scelto il rito abbreviato, il tribunale di Vercelli lo aveva condannato a 4 anni e 6 mesi.