Cronaca

Si fingeva donna per adescare i ragazzini su internet, una mamma di Vercelli scopre tutto

Contattava giovani su internet e li spingeva a compiere atti sessuali e a filmarsi per procurarsi materiale pedopornigrafico. La denuncia di una mamma di Vercelli scopre le attività dell'uomo

VERCELLI - Il quarantenne, un postino residente a Bari, è stato scoperto grazie alla denuncia di una madre di Vercelli che, rientrata in casa prima del previsto, ha scoperto il figlio tredicenne nudo nel salotto di casa di fronte al computer. Il ragazzo si è affrettato a chiudere una conversazione via Skype con uno sconosciuto e la madre ha chiesto spiegazioni in merito. Dopo essere riuscita a recuperare il contatto della chiamata, la donna ha deciso di recarsi alla Sezione di Polizia Postale e delle Comunicazioni di Vercelli per denunciare l’accaduto.

L'uomo contattava le sue vittime su Skype
L'approccio era sempre lo stesso: l'uomo entrava in rete e fingeva di essere una giovane donna, dopodiché si indirizzava verso ragazzini ai quali chiedeva di esibirsi in giochi erotici da soli oppure coinvolgendo amici e fratelli o sorelle. Le richieste si spingevano fino a chiedere ai minori di toccarsi mentre dormivano, invitandoli ad attivare la web cam in modo da consentirgli di guardare da casa le scene riprese.

Le indagini della polizia
L'autore delle "sex call" è risultato essere un postino di Bari di circa quarant’ anni. La Procura di Torino allora ha emanato un decreto di perquisizione personale  e, visto il caso particolare, informatica, a carico dell'uomo. Le indagini hanno aperto il vaso di Pandora: negli hard disk sequestrati sono stati trovati decine e decine di contatti riconducibili ad altrettanti minori a cui il postino aveva chiesto di compiere atti sessuali allo scopo di filmarli e registrarli a loro insaputa per procurarsi materiale pedopornografico. Durante la perquisizione il personale del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Bari ha rinvenuto ulteriore materiale informatico sul quale si concentrano gli approfondimenti investigativi.