Vercelli

Alla stazione con un coltello: denunciato dalla polizia

Controllo degli agenti: finisce nei guai un giovane cittadino italiano (19 anni) residente nel Bellunese. Era senza documenti, quindi è stato portato negli uffici della Polfer

Il coltello sequestrato dagli agenti
Il coltello sequestrato dagli agenti (Polizia di Stato - Vercelli)

VERCELLI - Proseguono  costanti i controlli di prevenzione e repressione dei reati nella stazione da parte degli Agenti della Polfer che, durante i servizi dello scorso fine settimana, in occasione del ponte del 2 giugno, hanno denunciato un cittadino italiano per possesso di un coltello a serramanico di tipo proibito. Infatti, nelle prime ore del mattino, nel corso dell’attività di vigilanza all’interno della stazione cittadina, gli operatori hanno notato un ragazzo che, alla vista degli agenti, ha cercato di dileguarsi percorrendo la banchina. Raggiunto, ha dichiarato di non avere documenti con sé, declinando le proprie generalità. L’atteggiamento nervoso del giovane ha insospettito gli agenti che hanno deciso di condurlo negli uffici di Polizia per approfondimenti. Dopo i primi accertamenti sull’identità, il ragazzo, un diciannovenne italiano, residente nel Bellunese, è risultato in possesso di un coltello a serramanico con manico in metallo, della lunghezza totale di cm 18,5 di cui cm 8 di lama acuminata e tagliente, occultato nella tasca dei pantaloni. Il giovane ha sostenuto di avere il coltello con sé per difesa personale nel caso di eventuale aggressione. E’ stato denunciato in stato di libertà per possesso ingiustificato di strumenti atti ad offendere.