Attualitą

Il mattone torna a tirare in tutto il Vercellese

L’anno 2016 porta buone notizie per gli immobili, in Piemonte. I dati dell’Agenzia delle Entrate valutano infatti un incremento del mercato immobiliare pari al + 22%. In Provincia č a poca distanza

I dati sono dell'Agenzia delle Entrate
I dati sono dell'Agenzia delle Entrate (Diario di Vercelli)

VERCELLI - L’anno 2016 porta buone notizie per gli immobili, in Piemonte. I dati dell’Agenzia delle Entrate valutano infatti un incremento del mercato immobiliare pari al + 22%. Tutta la Regione è in ripresa. Si riscontrano dei picchi nelle province di Torino, Biella e Novara, dove l’aumento delle compravendite è pari al + 24-28%. I fanalini di coda, Verbania e Alessandria, si caratterizzano con percentuali decisamente più basse: l’incremento di transazioni immobiliari è pari al + 10-14%.
In tutto questo Vercelli si colloca pacificamente nel punto medio, o comunque poco distante da esso: + 17% è la percentuale rilevata, per il 2016, dalle tabelle pubblicate dall’Agenzia delle Entrate.
 L’aumento della compravendita residenziale è aumentata nel Vercellese e territori limitrofi, più che in altre province piemontesi, ma leggendo la media dei prezzi al metro quadrato rispetto a quella dell’intera Regione riusciamo a farci un’idea del motivo che porta a una rinnovata capacità di acquisto: 1182 euro/mq il prezzo. Cifra di tutto rispetto quella della nostra città, ma che paragonata al prezzo medio nella provincia di Verbania (1769 euro/mq), giustifica i punti di distacco tra le due province (+17% contro il +10-14% di Verbania).

Biella e Biellese
Anche Biella si fa grande con il suo  +24-28%, ma se andiamo a vedere altre cifre scopriamo che i prezzi residenziali sono in media 1044 euro/mq. Solo Torino viaggia con quotazioni-record: incremento delle compravendite del 24-28% nel 2016 e 2107 euro/mq di media.
Tornando a parlare di Vercelli l’Agenzia mette a disposizione i dati del capoluogo e dei territori limitrofi, per avere un piano completo e dettagliato.

Nel dettaglio
Da questi dati vediamo che nei territori della Valsesia effettivamente c’è un aumento rispetto all’anno precedente (2015), ma abbiamo anche delle perdite. Le compravendite nell’alta e bassa Valsesia sono state 421, in aumento del +26% sul 2015 invece c’è un crollo del  -22% nella Baraggia e sponde del Sesia, dove le compravendite sono state 108. Il prezzo al mq è più elevato in Valsesia (1266 euro), il più basso nell’Agro dell’asciutta (932 euro) dove si riscontra, anche in questa località, qualche punto percentuale in più rispetto al 2015.
 La città di Vercelli vede un aumento del +26% uguale alla percentuale di alta e bassa Valsesia, le zone più «fortunate» sono quelle della periferia (1167 euro/mq) che sbaraglia la concorrenza aggiudicandosi un aumento ben del +49% del mercato immobiliare residenziale rispetto all’anno precedente, seguita dal semicentro (viali, corso Tanaro, corso Avogadro di Quaregna, via Testi, il cavalcavia Tournon, la stazione e largo Chatillon) che la segue con un +23% e una media di 1246 euro/mq. Il centro varia di poco i numeri, aumento c’è, ma solo del 5%, la causa sarà dovuta anche alla media al mq, 1371,la più elevata della città.