22 agosto 2017
Aggiornato 07:00
Vercelli

Ubriachi e violenti: quattro denunciati dalla Polizia di Stato

Doppio intervento degli agenti della Questura, prima per tre cittadini rumeni e poi per un marocchino: tutti hanno precedenti. A rischio chiusura un circolo ricreativo della città

VERCELLI - Poco prima dell'una volanti della Polizia di Stato sono invervenute in corso De Rege per diverse segnalazioni giunte sul numero di emergenza 112 per delle persone moleste in strada. Si trattava di tre giovani che, in stato di ebrezza alcolica, camminavano in mezzo alla strada urlando e rovesciando cassonetti della raccolta differenziata tra in Piazza Solferino e Corso De Gregori. Gli agenti delle volanti hanno quindi bloccato tre cittadini rumeni con precedenti di polizia: i tre sono stati denunciati in stato di liberta per disturbo alla quiete pubblica e getto di cose pericolose, nonché segnalati all’autorità amministrativa per ubriachezza molesta.
 
UBRIACO - Alle ore 03.50 invece l’equipaggio di una volante transitando in corso Prestinari, incrocio via Scalise, più precisamente davanti il circolo privato denominato «La Segreta Latina», notava delle persone intente a discutere animatamente in strada. I poliziotti hanno quindi accertato che diversi avventori del locale erano intenti ad allontanare un magrebino reo di aver molestato alcuni clienti e il proprietario del locale stesso. L'uomo era in evidente stato di alterazione psico-fisca dovuta all’assunzione di bevende alcoliche e alla vista degli operatori della volante, cominciava ad andare in escandescenza e dopo aver insultato ripetutamente gli operatori scappava in corso Prestinari gridando come un forsennato. Gli operatori tentavano di calmarlo ma senza successo e il suo comportamento aggressivo gli costringeva all’uso dello spray Oleoresin Capsicum in dotazione per renderlo innocuo. Il soggetto veniva condotto in Questura e generalizzato per T.Y. nato in Marocco nel 1985 e residente a Vercelli, in regola con il soggiorno e con precedenti di polizia, veniva deferito all’autorità giudiziaria per i reati di resistenza oltraggio e minacce. Il Questore della Provincia di Vercelli valuterà nei prossimi giorni l’eventuale adozione di provvedimenti amministrativi a carico del circolo,  già oggetto di precedenti segnalazioni, peraltro già chiuso nel marzo 2015 ai sensi dell’articolo.