Carcere Billiemme di Vercelli

Agente della Penitenziaria aggredita in carcere

Una detenuta l'ha mandata a sbattere contro un cancello. Guarirà in otto giorni.

Auto della Polizia Penitenziaria
Auto della Polizia Penitenziaria (ANSA)

VERCELLI - Guarirà in otto giorni l'agente di Polizia Penitenziaria aggredita ieri, domenica 8 ottobre, da una detenuta nel carcere Billiemme di Vercelli. La reclusa, una 21enne italiana, voleva l'immediata presenza in cella di un medico. Alla risposta negativa, ha avuto un attacco d'ira e si è scagliata contro la poliziotta, mandandola a sbattere contro un cancello. Portata in ospedale, la vittima ha riportato la distorsione di un polso. L'ennesima aggressione contro un agente ha scatenato le proteste del sindacato Osapp che, come già accaduto per Biella e altre realtà piemontesi, chiede la testa dei vertici dell'Istituto di pena.