Vercelli

Centralino dei pompieri preso d'assalto dalle chiamate

Ieri cinquanta telefonate in poche ore per segnalare il fumo che si levava dai campi dove venivano bruciate le stoppie

Vigili del Fuoco al lavoro - Immagine di repertorio
Vigili del Fuoco al lavoro - Immagine di repertorio (ANSA)

VERCELLI - Il centralino dei vigili del fuoco di Vercelli è stato preso d'assalto ieri, lunedì 23 ottobre, dai tanti cittadini che lamentavano un massivo abbruciamento di stoppie. Ben cinquanta le chiamate, ricevute dall'operatore nell'arco di poche ore, nelle quali veniva segnalata la spessa coltre di fumo, acre, che si levava dai campi e vicino alle strade, e che rendeva l'aria irrespirabile. Una situazione che si ripete ogni anno, in questo periodo, e a cui pare non si riesca a trovare soluzione. Terminata la raccolta di riso, soia e mais gli agricoltori bruciano i residui vegetali, con regolare permesso, causando però disagi agli abitanti dei diversi paesi del Vercellese.