Polizia di Stato

Vercelli ricorderà il sacrificio del vice questore Cusano

Al funzionario di Stato, ucciso dalle Brigate Rosse il primo settembre del 1976, verrà intitolato uno spazio

Il vice questore Francesco Cusano
Il vice questore Francesco Cusano (Biella)

VERCELLI - La Polizia di Stato, di Vercelli, ha deciso di intitolare uno spazio al vice questore Francesco Cusano, ucciso a Biella il primo settembre del 1976 dalle Brigate Rosse. L'appuntamento è fissato per il prossimo 11 novembre. Un gesto che non deve stupire visto che, in quegli anni, in città esisteva un semplice Commissariato che dipendeva, appunto, da Vercelli.
Tornando alla morte di Cusano, quel tardo pomeriggio stava effettuando un controllo sui veicoli, in via La Marmora, quando fermò l'auto con due soggetti a bordo. Questi, dopo aver consegnato i documenti, estrassero le armi e spararono al petto del funzionario di Stato. Inutile, per lui, la corsa in ospedale. Da allora la vedova, Giuseppina Porcaro, e il figlio Maurizio, che ha abbracciato la carriera del padre, stanno facendo di tutto per tenerne viva la memoria.