La confessione

«Ho iniziato a spacciare perchè non trovavo lavoro»

È la confessione di una 21enne di Grignasco bloccata dagli agenti della Questura di Vercelli: «Ho necessità di una fonte di reddito»

Auto della Polizia di Stato
Auto della Polizia di Stato (ANSA)

NOVARA - «Signor giudice ho iniziato a spacciare perchè non trovavo lavoro e ho necessità di una fonte di reddito». Sono all'incirca queste le parole usate dalla 21enne di Grignasco arrestata dagli agenti della Squadra Mobile della Polizia di Vercelli con l'accusa di detenzione e spaccio di stupefacenti. La giovane, che peraltro ha precedenti specifici e reati contro il patrimonio, deteneva in casa oltre 700 grammi di hashish, in parte suddivisa in dosi, un coltello, un bilancino di precisione e 880 euro, frutto della sua attività di pusher. Al termine dell'udienza, tenutasi al tribunale di Novara, gli sono stati concessi gli arresti domiciliari.